Carolina Pérez Tedesco

 

È nata a Trieste nel 1990 in una famiglia di musicisti. Ha iniziato molto presto la sua educazione musicale, con corsi dei metodi Williams e Dalcroze e con lo studio del violino.

Ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di sei anni e qualche anno più tardi è entrata al Conservatorio di Trieste, dove ha conseguito il Diploma Accademico di I livello e il Diploma Specialistico di II livello, entrambi coi massimo dei voti e la lode, sotto la guida della Prof.ssa Teresa Trevisan.

Ha studiato con Aquiles delle Vigne al Mozarteum di Salisburgo, all’Accademia Musicale di Firenze, alla Schola Cantorum di Parigi e al Conservatorio Rachmaninoff di Parigi, e ha partecipato a numerose altre masterclass con altri insegnanti.Durante l’a.a. 2010/11 ha studiato al Konservatorium di Vienna, nell’ambito del progetto Erasmus, sotto la guida del M° Karl Barth. Ha frequentato l’International Chamber Music Academy di Duino, suonando in duo con la violoncellista Cecilia Barucca Sebastiani, sotto la guida del Trio di Parma.

È stata premiata in concorsi nazionali e internazionali.

Ha proposto recital solistici in Italia e Argentina (all’Università di Musica di Buenos Aires (IUNA) e all’AMIA) e svolge attività concertistica in diverse formazioni cameristiche, dal duo al quintetto, e ha suonato nel GPT (Gruppo Percussioni Trieste) in concerti in molte città italiane e in Festival come Festival Percussioni di Campobasso, Nei Suoni dei Luoghi, Mittelfest di Cividale del Friuli. È stata scelta per partecipare al Festival “Echos”, proponendo concerti in Italia e Slovenia in diverse formazioni cameristiche. In duo, nel 2015 si è esibita al Mittelfest e al Festival Nei Suoni dei Luoghi ed è stata invitata a suonare al Festival di Violoncello di Lima, Perù.

Durante il periodo di mobilità Erasmus+ Traineeship (2015-16) a Salamanca (Spagna) ha studiato sotto la guida di Bernadetta Raatz e Brenno Ambrosini e ha collaborato accompagnando al pianoforte molti studenti in repertorio solistico e cameristico. Ha anche suonato la riduzione per pianoforte della parte orchestrale alle varie rappresentazioni dell’opera “La finta giardiniera” di W. A. Mozart, con la classe di canto del Conservatorio di Salamanca.Nell’a.a. 2016/17 ha collaborato come pianista accompagnatore all’Accademia di Musica di Lubiana (Slovenia), nell’ambito di un’altra mobilità Erasmus+ Traineeship. Costituisce duo stabile con sua sorella Diana, violinista, e con la violoncellista Cecilia Barucca Sebastiani.

Da vari anni è borsista della Fondazione Filantropica Ananian e dell’Inner-Wheel club di Trieste e ha all’attivo registrazioni per la casa discografica AudioArsStudio.Da molti anni si dedica con passione all’insegnamento, accompagnando gli allievi a sviluppare e perfezionare le loro innate capacità.